Come affrontare il cambio di stagione

I cambi di stagione sono periodi di maggiore stress per il nostro organismo, come quello che ci apprestiamo ad affrontare. Una corretta alimentazione può diventare un grande alleata insieme ad un movimento fisico leggero e quotidiano.

I cambi di stagione sono periodi di maggiore stress per il nostro organismo, come quello che ci apprestiamo ad affrontare. Una corretta alimentazione può diventare un grande alleata insieme ad un movimento fisico leggero e quotidiano.

Scegliere bene cosa portare a tavola è sempre una cosa vantaggiosa per la nostra salute e in questi periodi ancor di più, considerando anche che dovremmo imparare (ahimè!) a convivere con Covid19 ancora per la prossima stagione fredda. In attesa del vaccino, è bene preservare la nostra salute, e se possibile, migliorarla.

Mantenere un peso adeguato o, se necessario, perdere qualche chilo di grasso di troppo mangiando meglio, evitando cibi dannosi come zuccheri e grassi saturi,  può essere estremamente vantaggioso.

Allo stesso modo tenere un intestino regolato è fondamentale. Il nostro sistema gastrointestinale è coinvolto in funzioni complesse, infatti oltre ad esplicare la funzione digestiva di assorbimento dei nutrienti, si comporta come una barriera selettiva che lascia passare ciò che è utile e benefico e respinge ciò che può essere dannoso (da cui dipende anche l’attivazione del sistema immunitario), inoltre  “comunica” costantemente con il nostro cervello.  Da qualche tempo è nota la stretta relazione tra lo stato di salute del nostro microbiota intestinale e  l’efficacia di risposta del nostro immunitario. Alla base di questi meccanismi ci deve essere dunque una mucosa intestinale sana e quindi efficiente.

Bere tanta acqua, consumare quotidianamente la giusta quantità di fibra alimentare, scegliere cibi ricchi in vitamine ed antiossidanti ci permette di tenere il nostro sistema gastrointestinale perfettamente funzionante.  

Ecco cosa mettere a tavola ogni giorno e in che quantità:

> 3 porzioni di frutta fresca di stagione  apportano la giusta quantità di vitamine, tra cui la vitamina C, potente antiossidante, utile per rendere efficiente il sistema immunitario

> g 20-30  frutta secca oleosa (mandorle, noci, pistacchi, anacardi) apportano un buon quantitativo di minerali, ma anche di vitamine e grassi omega 3

> legumi e cereali: è bene consumarne almeno una porzione al giorno (g 80) di uno dei due gruppi alimentari o, ancora meglio, combinarli insieme (grano saraceno, avena con fagioli o ceci) con verdure: in questo modo l’apporto di fibra (ma anche di vitamine  e proteine vegetali) è assicurato

> pesce: si consiglia di consumare soprattutto pesce azzurro,  almeno 2-3 volte a settimana,  ricco in omega 3, grassi fondamentali per il sistema immunitario e vitamina D  

>  yogurt e kefir naturali: sono alimenti ricchi in fermenti lattici vivi;  si consiglia  almeno 1 porzione al giorno, optando per quelli senza zuccheri aggiunti, preferibilmente magri

> olio evo, ricco di vitamina E e acidi grassi essenziali; il consumo deve essere quotidiano nella quantità di 3-4 cucchiai, consumato a crudo o cotto a basse temperature

 

Infine, praticare attività fisica quotidianamente -  camminare, andare in bici, praticare nuoto o sport all’aperto se possibile - ci garantisce un sistema immunitario più forte ed efficiente.

Se non si pratica esercizio fisico da molto tempo, bisogna assolutamente evitare di improvvisarsi atleti, per non incorrere in dolori osteoarticolari o muscolari inutili e dannosi, che apporterebbero solamente altro stress psicofisico.  

Piuttosto è utile:

> pianificare programmi di allenamento molto leggeri e progressivi , più intensi nel tempo;

> stabilire i giusti momenti di recupero;

> porsi piccoli obiettivi a breve, medio e lungo termine, in modo da dare il tempo al proprio corpo di adattarsi e migliorare con gradualità

 

Buon autunno a tutti!

 

 

 

Commenti

Lascia il tuo commento