Non puoi effettuare un nuovo ordine dal tuo paese. United States

Spuntino: come lo faccio?

 C’è chi non aspetta altro e chi invece, preso dai ritmi frenetici, non ha idea di cosa sia, o ancora chi “tra un pasto e l’altro è un continuo spizzicare".

 

Quindi la domanda iniziale è: spuntino si o spuntino no?

Direi spuntino assolutamente si.

E magari anche due al giorno, a seconda delle proprie esigenze quotidiane (orari lavorativi o di studio, turni) e dell’attività fisica svolta.

 

Con lo spuntino giusto, evitiamo di arrivare troppo affamati ai pasti principali, e inoltre, frazionando  di più i pasti, teniamo più sveglio il nostro metabolismo.

 

Seconda domanda: esiste lo spuntino perfetto?

 Direi di no, però qui di seguito qualche regola che può aiutare a fare le scelte giuste.

 

> lo spuntino è un vero e proprio mini pasto, quindi è bene ritagliarsi anche solo pochi minuti e dedicarsi solo a quello;

> evitare di mangiare mentre si è in piedi o davanti al pc, meglio sedersi e gustarsi il momento, quasi come fosse un rituale;

> quando consumarlo? Non ci sono regole precise, ma di sicuro  in base alla sensazione di appetito.

Se la giornata inizia molto presto, ad esempio, si potrebbe aver l’esigenza di fare entrambi gli spuntini nell’arco della mattinata (o viceversa nel pomeriggio, per chi fa pranzo e cena molto distanziati).

 

> e dunque: cosa e quanto mangiare?

A seconda dei gusti, lo spuntino può essere dolce o salato, ma di sicuro deve essere sano, saziante e nutriente.

Aboliti quindi: snack ricchi in zuccheri semplici o molto grassi, come pizzette, prodotti da rosticceria, brioche, cornetti, dolciumi in genere.

 

Qualche suggerimento su come organizzare il proprio spuntino perfetto:

 

* yogurt bianco magro con frutta fresca e fiocchi d’avena

 

* cracker integrali e piccole quantità di frutta secca

 

* barretta di cereali e frutta secca con una spremuta di agrumi

 

* pane tostato integrale con pomodoro e olio evo + un cucchiaino semi misti

 

* tisana o infuso o tè con biscotti integrali (…ma senza esagerare!)

 

centrifugato di frutta e verdura fresche

 

> caffè lunghi, tisane, tè, infusi, rigorosamente senza zucchero, sono liberi da sorseggiare caldi o freschi a seconda delle stagioni

 

Infine sulle quantità, dipende da tanti, troppi fattori che sarebbe impossibile trattare qui (età, sesso, consumo calorico giornaliero). In generale: se sei fortemente inattivo, basterà uno spuntino leggero con frutta o yogurt, se al contrario, hai una vita attiva o fai sport, diventa necessario consumare uno vero mini pasto più ricco e completo.

 

 

D.ssa Concetta Mauriello 

Commenti

Lascia il tuo commento